Linosa riserva marina

Zona A

E’ consentito:

l’accesso e la sosta delle imbarcazioni di servizio con compiti di sorveglianza e soccorso per attività di ricerca scientifica autorizzati dall’Ente gestore dell’area marina protetta.

Zona B

E’ consentito:

La balneazione – Sono disciplinate dall’Ente gestore e compatibilmente con l’esigenza di tutela dei fondali;

Le visite guidate – a mezzo di centri d’immersione subacquea aventi sede nel Comune ricadente nell’area marina protetta;

Le immersioni subacquee;

La navigazione a motore – ai natanti e imbarcazioni, a velocità non superiore a cinque nodi, nonché la navigazione a vela e a remi;

La navigazione a motore – per il trasporto collettivo e le visite guidate, anche subacquee;

L’ancoraggio – in zone appositamente individuate, nonché ancoraggio con mazzera (cima e pietra) ai soli residenti nell’area marina protetta;

L’ormeggio – in zone appositamente individuate e opportunamente individuate;

L’ancoraggio – alle imbarcazioni a motore per il solo esercizio della pesca professionale, con attrezzi di piccola pesca;

Le attività di pesca-turismo  –  riservate a pescatori professionisti residenti;

La pesca sportiva – con lenza e canna riservata ai soli residenti nel Comune.

Zona C


E’ consentito:

La balneazione – Sono disciplinate dall’Ente gestore e compatibilmente con l’esigenza di tutela dei fondali;

Le immersioni subacquee – a mezzo di centri d’immersione subacquea aventi sede nel Comune ricadente nell’area marina protetta;

Le immersioni subacquee;

La navigazione a motore – ai natanti e imbarcazioni, a velocità non superiore a dieci nodi, nonché la navigazione a vela e a remi;

La navigazione a motore – per il trasporto collettivo e le visite guidate, anche subacquee;

L’ancoraggio – in zone appositamente individuate, nonché l’ancoraggio con mazzera (cima e pietra) ai soli residenti nell’area marina protetta;

L’ormeggio – in zone appositamente individuate e opportunamente individuate;

L’ancoraggio – alle imbarcazioni a motore per il solo esercizio della pesca professionale, con attrezzi di piccola pesca;

Le attività di pesca-turismo – riservate a pescatori professionisti residenti;

La pesca sportiva – con lenza e canna riservata ai soli residenti nel Comune nonché ai non residenti dietro rilascio di specifica autorizzazione.